Contestazione fattura Telecom Tim per penali e addebiti non dovuti

Devi inviare una contestazione fattura Telecom – Tim perché non è dovuta?

Oppure l’importo che è riportato sulla bolletta non corrisponde a quanto previsto nel contratto?

Purtroppo, questi e altri casi simili ci vengono segnalati ogni giorno, per cui sappiamo bene come aiutarti a risolvere il tuo problema in breve tempo.

Problemi Telefonia è un blog messo a tua disposizione da Unione dei Consumatori, proprio per aiutarti quando ti trovi in difficoltà con il tuo Gestore.

Contattaci subito e grazie al nostro supporto potremo:

  • aiutarti a reclamare un addebito non dovuto o un’errata fatturazione
  • avviare una contestazione fattura Tim per annullare gli importi non dovuti o le voci in fatturazione che non vanno pagate
  • ottenere l’annullamento delle morosità o lo storno di somme già pagate (e non dovute)
  • richiedere un indennizzo economico per i disagi subiti

CONTATTACI SUBITO

Prosegui la lettura per scoprire come fare contestare fattura Telecom!

 

 

I casi più frequenti di contestazione fattura Telecom

Per contestare una fattura Telecom non esistono dei tempi precisi, ma ovviamente bisogna essere tempestivi per fare in modo che il Gestore risolva il problema nel minor tempo possibile.

Inoltre, se la fattura non viene pagata né contestata si incorre nel rischio di una sospensione amministrativa.

Tra le segnalazioni che giornalmente ci pervengono sulle fatturazioni errate o non dovute, troviamo i casi riportati di seguito:

  • addebiti per servizi inizialmente proposti come gratuiti e poi diventati a pagamento (quindi non dovuti)
  • doppia bolletta per la stessa utenza o per lo stesso servizio
  • l’importo (sia in caso di linea Internet fissa sia mobile) stabilito in sede contrattuale, non corrisponde a quello richiesto dalla Compagnia Telefonica nell’ultima bolletta
  • costi per servizi a pagamento non richiesti
  • addebitato di penali o costi di recesso anticipato non dovuti
  • prelevo forzato dal C/C, nonostante l’invio della disdetta
  • fatture da pagare per linee disdette in precedenza
  • fattura per un contratto non sottoscritto con Tim

Se il tuo caso rientra tra quelli appena elencati, ti consigliamo di richiedere subito al tuo Gestore una rendicontazione dettagliata delle bollette e dei servizi attivi sulla tua linea in modo da controllare se sono presenti anomalie o errori di calcolo.

La fase successiva è quella dell’invio della contestazione fattura Tim Telecom in forma scritta (Fax, Pec o raccomandata A/R) che costringa il Gestore a prendere in carico la tua segnalazione.

infatti, solo inviandola, non perdi il diritto all’eventuale indennizzo economico che ti spetta per i disagi subiti.

 

Devo pagare la fattura errata o non dovuta?

Prima di inviare la contestazione bolletta Telecom ti consigliamo di controllare se nelle voci di spesa ci sono errori di calcolo o anomalie.

Nell’attesa che la tua situazione con il Gestore sia chiarita, è meglio pagare la parte della bolletta che ritieni congrua in base al tuo contratto e ai tuoi consumi.

Questo per evitare che la tua pratica sia consegnata ad una ditta di recupero crediti esterna.

Inoltre, in questo modo evita anche ulteriori problemi come la sospensione amministrativa del servizio. I soldi dovranno poi esserti rimborsati, anche se sono stati prelevati dalla carta di credito o dal conto corrente.

 

Come inviare un reclamo bolletta Telecom

In merito alla contestazione bolletta telefonica Telecom non sono state fissate delle tempistiche precise, ma è chiaro che bisogna attivarsi subito per risolvere la questione in breve tempo.

Puoi, in prima battuta, segnalare il tuo problema chiamando il 119 se hai un contratto mobile, 187 per i numeri di rete fissa, 191 per i contratti busines, e all’800 191 101 (per le medie e grandi Aziende).

In alternativa, puoi scrivere al Gestore sulle sue pagine social (Facebook e Twitter) o nella tua area MyTim del sito ufficiale, tramite l’app “MyTim” o su whatsapp al numero 335 123 7272.

Ricorda sempre di segnare il codice operatore con il quale hai parlato e l’orario della chiamata e di conservare gli screenshot delle conversazioni in quanto potrebbero esserti utili in caso di controversia.

Questo genere di segnalazioni, però, spesso si rivelano soltanto una perdita di tempo perché gli operatori non rispondono o non sono in grado di aiutarti.

Per questo motivo noi ti consigliamo di inviare sempre un reclamo fattura Telecom in forma scritta che:

  • descrive il tuo problema in modo dettagliato
  • fornisce prova certa dell’avvenuta lamentela
  • ti permette di avviare la richiesta di indennizzo

La tua contestazione bolletta Tim può essere inviata tramite:

  • Pec all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it 
  • Fax al numero 800 600 119 (per i privati della linea mobile), 800 000 187 (per le utenze fisse) e 800 000 191 (per le utenze business)
  • Raccomandata  A/R:
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) per i privati della linea mobile
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) per i privati con linea fissa
    • Telecom Italia S.p.A, Servizio Clienti Business, Casella Postale 456, 00054 Fiumicino (RM) per le utenze business

Dal momento della sua ricezione, il Gestore avrà 45 giorni di tempo per rispondere oppure dovrà corrisponderti un indennizzo per la mancata risposta al reclamo come riportato nella Carta dei Servizi Tim.

A questo punto, per avviare la contestazione fattura Telecom, scarica il nostro modulo reclamo e segui le istruzioni indicate al suo interno:

📥 RECLAMO BOLLETTA TIM
per Business e Privati

Compilalo, trasmettilo Gestore e inviane una copia a noi su problemitelefonia@unionedeiconsumatori.it, comunicandoci ogni informazione utile che ci aiuti a comprendere meglio il problema.

Valuteremo subito come possiamo aiutarti con la tua contestazione fattura Telecom.

 

Richiedici assistenza

Generalmente, quando viene inviata una fattura errata o non dovuta è sempre per un errore o per un deliberato comportamento scorretto del Gestore.

In entrambi i casi, non sarà facile venirne a capo in autonomia.

Quando devi inviare una contestazione fattura Telecom affidati ai professionisti di Problemi Telefonia, esperti nel settore della telefonia e Pay-tv, che ti sapranno indicare come risolvere il tuo problema in breve tempo.

Contattaci subito e potremo:

  • valutare il tuo problema e fornirti tutte le informazioni di cui necessiti
  • aiutarti a scrivere una contestazione fattura Tim Telecom che contenga tutte le informazioni importanti
  • metterti a disposizione il nostro servizio fax e Pec gratuito qualora tu ne fossi sprovvisto per il suo invio
  • calcolare l’indennizzo economico che ti spetta
  • nei casi di sospensione del servizio, ripristinarlo con procedimenti d’urgenza

Inoltre, se la compagnia dovesse negare i disservizi o non rispondere al tuo reclamo:

  • potremo occuparci dell’intera fase del contenzioso su conciliaweb (dalla redazione delle memorie, al deposito dell’istanza, alla trattazione delle udienze, compresi gli eventuali rinvii, nei vari gradi previsti)
  • ti faremo recuperare le somme già pagate o stornare quelle illegittimamente richieste ancora da pagare

CONTATTACI SUBITO

6 commenti su “Contestazione fattura Telecom Tim per penali e addebiti non dovuti”

  1. Buonasera. La tim mi ha addebitato fatture inesistenti mi deve restituire. 3 anni di fatture , quanto tempo per la restituzione dei mie soldi? Poi mi spetta danno per truffa? Potete aiutarmi grazie Luca ho sentito il187 mi dice che mi rimborseranno a febbraio io ho mandato una pec ad agosto 2020? 6 mesi. Per il rimborso di danni?

    Rispondi
  2. Ciao , il tim mi fatturava un secondo modem per la mia abitazione dopo diversi segnalazioni tramite 187 sono stato costretto mandare un reclamo scritto tramite fax ,reclamo finalmente acetato mi arriva un email tim mi deve restituire 7 mesi di rata modem che ovviamente non la fatto in oltre mi manda una fattura di 210 euro come n.41rate residue modem

    Rispondi
  3. Ho fatto un contratto di linea telefonica fissa con telecom tim ìl 15/02/2021 e ho fatto recesso del contratto di 14 giorni il 23/02/2021 via pec e per sicurezza via fax e raccomandata con a/r e adesso mi trovo la bolletta di 228,71€ cosa devo fare

    Rispondi

Lascia un commento