Cosa fare quando ricevi bollette Telecom dopo disdetta

Hai ricevuto delle bollette Telecom dopo disdetta e non sei intenzionato a pagarle?

Oppure il Gestore ha prelevato indebitamente i soldi dal tuo conto?

Non ti preoccupare, sei nel posto giusto!

Problemi Telefonia, blog seguito dagli esperti di Unione dei Consumatori, ti indicherà come contestare correttamente le fatture Telecom dopo disdetta, risolvere il tuo problema e ottenere il rimborso che ti è dovuto.

📝 CONTATTACI SUBITO!

Continua la lettura per capire meglio cosa fare nel momento in cui ricevi una fattura Telecom dopo disdetta.

 

 

Le bollette Telecom dopo disdetta sono legittime?

Quando decidi di recedere il contratto potrebbe arrivarti una bolletta Telecom dopo disdetta di fine rapporto, con incluse le spese di cessazione o i costi di disattivazione della linea telefonica.

Nel caso tu abbia deciso di disdire il contratto prima della scadenza prevista potrebbe esserti addebitata una penale per recesso anticipato.

Inoltre, il Gestore potrebbe anche richiederti il rimborso dello sconto del canone di attivazione.

Se invece ricevi più di una fattura Telecom dopo disdetta, sappi che si tratta di un’operazione illegittima, pertanto:

  • reclama subito al Gestore
  • blocca l’eventuale prelievo automatico da conto o carta
  • 📝 CONTATTACI SUBITO! così ci attiveremo per farti rimborsare ciò che è stato preso indebitamente

 

Cosa dice la legge sulle fatture Telecom dopo disdetta?

La normativa in merito è molto chiara, prevede infatti che dopo aver ricevuto la disdetta, il Gestore avrà a sua disposizione 30 giorni di tempo per elaborare e attuare la tua richiesta.

In tutto ciò, potranno esserti addebitati soltanto i costi di disattivazione ed eventuali importi derivanti dagli sconti di cui hai usufruito quando il servizio era attivo.

Per cui, se ricevi delle bollette Telecom dopo disdetta con altri voci di spesa puoi ignorarle, senza il timore di avere in seguito dei problemi fiscali.

In tutti i casi, ricorda che puoi sempre affidarti a noi per risolvere la situazione con il Gestore.

Se i soldi ti sono stati prelevati direttamente dalla carta di credito o dal conto corrente chiedi a  Tim – Telecom un rimborso dell’intera somma non dovuta.

 

Come reclamare al Gestore

Nel momento in cui ricevi una fattura Telecom dopo disdetta la prima cosa da fare è reclamare al Gestore.

Questa azione, oltre ad essere un tuo preciso obbligo, informerà il Gestore del problema in atto e ti consente anche di non perdere il tuo diritto all’indennizzo economico.

Puoi segnalare il tuo problema alla Compagnia chiamando il 119 se hai un contratto mobile, 187 per i numeri di rete fissa, 191 per i contratti business.

In alternativa, puoi contattare il Gestore anche tramite l’area riservata del sito o sull’App MyTim del tuo smartphone o inviando un messaggio sulle pagine social (Facebook e Twitter).

Ti ricordiamo, però, che questo genere di segnalazioni spesso lasciano il tempo che trovano.

Pertanto, per contestare la tue bollette Telecom dopo disdetta, è sempre meglio inviare un reclamo in forma scritta attraverso:

  • Pec all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it 
  • Fax al numero 800 600 119 (privati mobile), 800 000 187 (utenze fisse), 800 000 191 (utenze business)
  • Raccomandata A/R:
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) per i privati della linea mobile
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) per i privati con linea fissa
    • Telecom Italia S.p.A, Servizio Clienti Business, Casella Postale 456, 00054 Fiumicino (RM) per le utenze business

Questa modalità ti permetterà di spiegare nel dettaglio il tuo problema e fornisce una data incontrovertibile di invio e ricezione del reclamo.

Inoltre, dal momento della ricezione del documento, Tim Telecom avrà 45 giorni di tempo per risponderti, oppure dovrà indennizzarti per la mancata risposta al reclamo.

Utilizza pertanto il nostro modulo di reclamo precompilato che puoi scaricare più avanti in documenti e allegati.

 

Richiedici assistenza

Nella circostanza in cui il Gestore decide deliberatamente di mandarti delle bollette Telecom dopo disdetta, difficilmente ne verrai a capo in autonomia, perché andrai a scontrarti con i navigati avvocati delle Compagnie Telefoniche.

Per questo motivo, affidati a Problemi Telefonia: gestiamo – con successo – centinaia di casi simili al giorno.

Contattaci subito, e potremo:

  • indicarti come scrivere una contestazione fattura Telecom dopo disdetta in maniera efficace e che contenga tutte le informazioni importanti
  • metterti a disposizione il nostro servizio fax e Pec qualora tu ne fossi sprovvisto
  • nei casi di sospensione del servizio, attivarci per il ripristino urgente della linea
  • quantificare e farti ottenere l’indennizzo economico che ti spetta

Inoltre, se il Gestore non dovesse dar ascolto alle tue richieste, potremo:

  • occuparci dell’intera fase del contenzioso su conciliaweb (dalla redazione delle memorie, al deposito dell’istanza, alla trattazione delle udienze, compresi gli eventuali rinvii, nei vari gradi previsti)
  • farti recuperare le somme già pagate o stornare quelle illegittimamente richieste ancora da pagare
  • farti ottenere un risarcimento economico per il disagio subito

📝 CONTATTACI SUBITO!

Valuteremo subito il tuo problema e ti forniremo le informazioni di cui hai bisogno.

 

Documenti e allegati

Per avviare la tua contestazione scritta a seguito di fatture Telecom dopo disdetta, scarica il nostro reclamo e segui per l’invio al Gestore contenute al suo interno:

📥 RECLAMO TIM TELECOM
per Business e Privati

[Voti: 1   Media: 5/5]

Lascia un commento