La procedura di conciliazione ConciliaWeb Agcom: come avviarla e ottenere giustizia!

In questo articolo ti parliamo di ConciliaWeb Agcom e della procedura di conciliazione davanti ai Co.re.com.

Se il tuo reclamo alla compagnia telefonica non ha sortito alcun effetto, con questo rimedio potrai contestare disservizi e addebiti non dovuti! La procedura però non è così semplice!

Contattaci e ci occuperemo del tuo caso. Da più di dieci anni offriamo assistenza gratuita nel settore della telefonia.

 

 

La piattaforma Conciliaweb

Il Conciliaweb è la piattaforma online istituita dall’Agcom in favore dei consumatori.

Tramite Conciliaweb è possibile avanzare richieste di risarcimento e indennizzi economici nel settore della telefonia nelle ipotesi di violazioni contrattuali, disservizi o addebiti non dovuti da parte degli operatori telefonici.

In particolare, sulla piattaforma è possibile avviare il tentativo di conciliazione innanzi al Co.re.com competente.

 

l Co.Re.Com

I co.re.com sono gli organi a carattere regionale istituiti dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) con poteri decisori sulle controversie nel settore delle telecomunicazioni.

Infatti, l’utente che, pur avendo presentato reclamo, non riesce a risolvere il problema insorto con il proprio gestore, può avviare la procedura prevista dalla delibera n. 203/18/CONS.

 

Se non ricevi risposta al reclamo entro 45 giorni dal tuo reclamo o se il responso ottenuto non ti soddisfa, puoi presentare ricorso al Co.Re.Com. tramite Conciliaweb.

 

La procedura di conciliazione con Conciliaweb

Per avviare la procedura su Conciliaweb Agcom è necessario essere in possesso di SPID, CIE, o eIDAS.

Eseguito l’accesso, si aprirà una schermata, in cui indicare a pena di inammissibilità dell’istanza una serie di dati:

  • i tuoi dati identificativi (nome, cognome, residenza o domicilio)
  • il numero di telefono interessato dal disservizio
  • il tuo gestore
  • il motivo della controversia e la descrizione precisa e circostanziata dei fatti.
  • la formale richiesta economica per il disagio subito.

Il sistema genererà un fascicolo elettronico con numero di protocollo relativo all’istanza che verrà comunicato tramite mail.

Il Co.re.com dichiarerà l’istanza ammissibile o meno entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione del fascicolo.

Se la domanda è ammissibile, le parti ricevono la comunicazione di avvio della procedura.

A questo punto, viene nominato il conciliatore.

Consumatore e avvocati della compagnia discuteranno sulle richieste economiche formulate via mail o nel corso di udienza appositamente fissata con modalità telematiche, c.d. “virtual room” .

Il tentativo di conciliazione davanti al Co.re.com Conciliaweb, si conclude con un accordo o con un mancato accordo tra le parti. In entrambi i casi viene redatto un verbale che ne dà atto.

 

Ricorda

Dal momento in cui viene creato il fascicolo elettronico sarà necessario consultare costantemente la piattaforma per visionare tutte le comunicazioni del Co.Re. Com:

  • il nome conciliatore
  • la data dell’udienza
  • eventuali richieste di ulteriori documenti
  • rinvii delle udienze
  • il verbale con cui si conclude la procedura (che può essere positivo o negativo).

 

Procedura semplificata e ordinaria

La conciliazione può essere gestita con due tipologie di procedure:

La procedura semplificata, quando la controversia ha ad oggetto alcune controversie, tra cui

  • addebiti per servizi non richiesti;
  • restituzione del credito residuo;
  • restituzione del deposito cauzionale;
  • roaming europeo e internazionale; addebiti per servizi a sovrapprezzo;
  • errato o omesso inserimento dei dati negli elenchi pubblici;
  • penali o spese di recesso per trasferimento dell’utenza ad altro operatore;
  • omessa o ritardata cessazione del servizio a seguito di disdetta o recesso.

Si parla di procedura “semplificata” perché si svolge attraverso lo scambio di e-mail o sms tra le parti e il conciliatore.

La procedura ordinaria prevede l’intervento delle parti in causa, o dei loro delegati, in una stanza virtuale riservata, c.d. virtual room, e riguarda tutti gli altri casi, esclusi dalla procedura semplificata.

 

Cosa accade se il tentativo di conciliazione con Conciliaweb non va a buon fine

In questo caso l’utente avrà il diritto di rivolgersi al giudice di pace o al secondo grado di giudizio del Corecom.

Tutte queste informazioni ti hanno confuso?  Temi di non avere il tempo o le competenze necessarie per preparare le tue “memorie”?

Contattaci subito e avrai la migliore assistenza in modo assolutamente gratuito.

 

Conciliaweb è gratuito ma anche complicato!

L’utilizzo di Conciliaweb è assolutamente gratuito, ma non sempre avviare la conciliazione senza l’assistenza di un esperto ti garantisce i risultati sperati. Hai provato da solo a conciliare ma il tuo tentativo è fallito e hai bisogno di assistenza legale per far valere i tuoi diritti? Contattaci immediatamente e ti offriremo l’assistenza che meriti!

 

Non è semplice monitorare tutti gli adempimenti richiesti nella procedura di conciliazione, annotare differimenti udienze, richieste di integrazione documentale, scrivere memorie, o contrastare eccezioni di inammissibilità, sollevate dai gestori telefonici. Per questo ti consigliamo di contattarci!

Ci occuperemo del tuo caso dall’inizio alla fine, sollevandoti da qualsiasi preoccupazione.

 

– Cosa fare se Conciliaweb non funziona?

Se la piattaforma non funziona, e ciò ti impedisce ad esempio di consultare il tuo fascicolo elettronico, contatta il Call center al numero verde 800 185060 (telefono fisso) o al numero 081 750750 (cellulare ed estero). Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 14

segnalazione online tramite form dedicato.

 

– Cosa puoi ottenere con la conciliazione su Conciliaweb

La finalità della procedura di conciliazione è quella di garantire al consumatore, che vede violati i suoi diritti, la risoluzione del problema, in particolare:

  • Attivazione del servizio richiesto e mai attivato, il ripristino di quello interrotto, la disattivazione del servizio non richiesto
  • il rimborso del canone versato o degli addebiti illegittimi
  • l’indennizzo per il disagio subìto.

 

Le procedure di urgenza

In sede di conciliazione è possibile richiedere dei provvedimenti urgenti attraverso una procedura che costringe il gestore a risolvere il problema in tempi brevissimi (ad esempio ad attivare il servizio richiesto, ripristinare quello interrotto, disattivare la fatturazione del servizio mai richiesto).

Molto spesso i consumatori non conoscono questa procedura e, in attesa di una risposta al reclamo che forse non arriverà mai, continuano a subire il disservizio telefonico.

Per questo motivo ti invitiamo a contattarci subìto. Attiveremo per te una procedura d’urgenza, ed entro 10 giorni dalla nostra richiesta, il Co.re.com dovrà pronunciarsi sull’accoglimento o meno.

Spesso il consumatore che non conosce la normativa, rischia di rimanere schiacciato dagli avvocati della compagnia telefonica e può essere indotto ad accettare proposte conciliative inferiori a quanto otterrebbe se assistito da professionisti in materia.

Infine, i consumatori spesso non riescono a stare dietro agli adempimenti richiesti, alle udienze e non sanno nemmeno cosa sono le procedure di urgenza. Ecco perché ci siamo noi!

 

Come ti aiutiamo ad avere ragione sul gestore

Noi di Problemi Telefonia, siamo il blog di approfondimento nel settore delle telecomunicazioni, internet e pay-tv, di Unione dei Consumatori, l’associazione con esperienza ultradecennale nella tutela degli utenti contro i disservizi telefonici.

Offriamo un supporto concreto per risolvere qualsiasi problema nel settore della telefonia. Non perdere altro tempo, contattaci!

Avvieremo per te la procedura su ConciliaWeb:

  • ti garantiamo la risoluzione del problema
  • gli indennizzi più alti
  • i rimborsi che ti spettano per legge.

Inoltre, con le nostre procedure d’urgenza presso i Co.re.com obblighiamo i gestori telefonici a ripristinare i servizi interrotti o a fare attivare quelli richiesti.

Il servizio di assistenza online, ti garantisce il massimo risultato, stando comodamente seduto in poltrona!

Tutti questi servizi sono totalmente gratuiti (leggi la nostra garanzia di gratuità).

Lo abbiamo già fatto con tanti consumatori come: Leggi cosa pensano di noi.

Cosa faremo per te

Raccontaci cosa ti è successo:

  • un operatore in carne e ossa ti ricontatterà per ascoltarti
  • un avvocato specializzato in telefonia si occuperà del tuo caso
  • risolverai il problema da casa, grazie alla nostra assistenza online.

📝 RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA!

PER SAPERNE DI PIÙ

Comitati Regionali per le Comunicazioni (Co.Re.Com.)

I comitati regionali istituiti dall’Agcom hanno il compito di risolvere le controversie con le Compagnie Telefoniche ed è a loro che ci si rivolge quando si avvia una procedura di conciliazione con Conciliaweb.

Di seguito troverai indicati i contatti dei Co. Re.Com. regionali, maggiormente ricercati sul web con i quali intratteniamo rapporti per la difesa dei consumatori:

Lombardia: si trova all’interno del Grattacielo Pirelli, in Via Fabio Filzi n°22, a Milano. Telefono numero 02 6748 2300

Lazio: è presente in Via Lucrezio Caro n° 67, Roma. Puoi anche chiamare al numero 06 321 5995

Liguria: è a Genova, in Via Fieschi n° 15. Il numero telefonico associato è lo 010 5485734

Emilia Romagna: il Co.Re.Com. si trova a Bologna, sul Viale Aldo Moro n°44. Puoi contattare il numero 051 5276377

Toscana: si trova a Firenze il Co.Re.Com toscano con sede in Via Camillo Cavour n°18. Il numero messo a disposizione degli utenti è l’800 561 541

Sicilia: il Co.Re.Com. siciliano ha la sua sede fisica in Via Generale Magliocco 46, a Palermo. I numeri di telefono da chiamare sono lo 091 7075939e lo 091 7075463

Calabria: la sede è in via Cardinale Portanova – Palazzo T. Campanella di Reggio di Calabria (RC). Telefono: 0965.814984

Sardegna: si trova in via Cavour n.31, a Cagliari. Risponde al numero verde 800318084

Puglia: è a Bari, in via Giovanni Gentile 52. Il numero di telefono è 080 5402527

Veneto: si trova a Venezia, in via Alessandro Poerio 43. Risponde al numero 041 2701655

Piemonte: è a Torino, in piazza Solferino 22. Risponde all’ 10.10.11 e i seguenti numeri 011/5757148-179-536-393 in orario d’ufficio.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]
Condividi con:

2 commenti su “La procedura di conciliazione ConciliaWeb Agcom: come avviarla e ottenere giustizia!”

  1. Vi scrivo ho un problema con Wuindtre per telefono fisso.Io non sono stata mai cliente non ho il telefono fisso e ogni due mesi ricevo fatture telefoniche che non pago.io mi rivolgo a voi perché mi sento perseguitata e quindi chiedo un risarcimento danni per violazione della mia privacy. Grazie Parisi Giuseppina

    Rispondi

Lascia un commento

Ti aiutiamo a risolvere i problemi col tuo gestore

Contatti

Contatti

Lavora con noi

 

 

 

 

Risolvi il tuo problema

Scegli  e  clicca


Invia messaggio