Mancata - ritardata attivazione dei servizi

Mancata – ritardata attivazione dei servizi: cosa fare

Pubblicato da problemitelefonia il

Stai cercando di capire come risolvere il problema di una mancata – ritardata attivazione dei servizi telefonici per i quali hai sottoscritto un contratto?

Non preoccuparti: nei prossimi paragrafi ti spiegheremo dettagliatamente qual è la procedura per richiedere un indennizzo al tuo Operatore.

Avrai un quadro più chiaro e saprai come muoverti, grazie anche al nostro supporto.

 

 

Mancata – ritardata attivazione dei servizi: cosa dice l’AGCOM

L’AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) ha spiegato che l’Operatore, nel caso in cui si verifichino delle situazioni per le quali non è possibile attivare il servizio nel termine previsto dal contratto, è obbligato a informare l’utente sulle ragioni circa la mancata – ritardata attivazione dei servizi.

Inoltre, dovrà anche indicare una data entro cui avverrà la suddetta.

Ma se la linea non si attiva nel termine pattuito?

Ancora una volta, viene in soccorso del consumatore la Carta dei servizi di ciascun Operatore. Infatti, l’utente ha diritto agli indennizzi previsti dalla Carta di ogni Gestore, che può rifiutarsi di indennizzare esclusivamente nel caso in cui il disservizio non dipendesse da una sua inadempienza.

Nei casi di impedimento di natura amministrativa o tecnica, non causato dal Gestore, questo non è obbligato a risarcire l’utente. In caso contrario, è diritto del consumatore richiedere un risarcimento.

Mancata – ritardata attivazione dei servizi: quando richiedere il risarcimento

Come dicevamo, ogni Operatore telefonico ha un termine massimo entro cui assolvere alla richiesta di attivazione.

Trascorso questo termine, se la linea non dovesse ancora essere attiva, l’utente ha diritto ad un risarcimento per mancata – ritardata attivazione dei servizi.

In caso di ritardo, la procedura prevede che il rimborso venga applicato direttamente sulla prima bolletta telefonica.

Ciò potrebbe anche non avvenire, per cui se il problema dovesse continuare è necessario formulare un reclamo e non mandare alcuna disdetta, perché a quel punto si perderebbe ogni diritto al risarcimento.

Se, invece, l’attivazione della linea è proprio mancata, l’utente dovrà formulare un reclamo, chiedendo l’indennizzo che gli spettta.

Non è raro, però, che il Gestore faccia orecchie da mercante.

Cosa fare allora? Meglio rivolgersi a dei professionisti del settore.

Mancata-ritardata attivazione dei servizi: rivolgiti a noi!

Una mancata-ritardata attivazione dei servizi telefonici ti sta creando un disagio non da poco nella tua quotidianità?

Meglio risolvere al più presto questa situazione: ci siamo qui noi a darti una mano!

Leggi attentamente cosa ti stiamo per dire: risolverai il tuo problema in pochi e semplici passaggi.

  • Scarica il modulo di reclamo relativo al tuo caso;

  • Compilalo apponendo data e firma;

  • Invialo al Gestore secondo una delle modalità indicate all’interno del modulo

  • Scansionalo e inviaci una copia – con ricevuta di avvenuto invio – su problemitelefonia@unionedeiconsumatori.it;

  • Inoltraci tutti i dettagli relativi al disservizio di cui sei stato oggetto.

Grazie alla valida assistenza dei nostri professionisti, potrai finalmente utilizzare la tua linea ed eventualmente anche ottenere il giusto risarcimento.

Per ulteriori informazioni, contattaci attraverso il form di contatto o invia un messaggio attraverso la nostra chat.

Sarai ricontattato al più presto da un nostro consulente che ti dirà cosa potrai fare per risolvere il problema.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *